• diminuisci dimensione carattere
  • ripristina dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
 Home Page » Curia » Vicariati, settori e uffici » Tribunale Ecclesiastico 
Tribunale Ecclesiastico






Il Tribunale diocesano è l’organismo attraverso cui il Vescovo diocesano assolve alle questioni che esigono l’esercizio della potestà giudiziaria; ossia l’analisi, la decisione e i provvedimenti resi necessari di fronte a questioni che esigono un processo amministrativo o giudiziale. Il Vescovo, in quanto giudice di prima istanza, può agire personalmente o tramite il Vicario giudiziale o i Giudici diocesani; inoltre, il Tribunale diocesano è composto anche da altri addetti in qualità di Difensore del S.Vincolo, Promotore di giustizia e Notaio.

Vicario Giudiziale
Mons. Eugenio Zanetti
 
Giudici Diocesani
Mons. Giovanni Carzaniga
Don Gianluca Marchetti
 
Promotore di Giustizia e Difensore del Vincolo
P. Luca Zanchi
Don Michele Carrara

Notai Attuari
Sig.ra Silvia Dehò
Don Michele Cortinovis
 
Finalità
Premesso che eventuali questioni sorte tra fedeli o per la salvaguardia di alcuni diritti o doveri devono essere risolte possibilmente seguendo vie informali e fraterne, il Tribunale diocesano ha la finalità di:
  • tutelare, promuovere, ripristinare la giustizia fra i fedeli, secondo la peculiarità dello spirito cristiano;
  • accertare la verità dello stato canonico dei fedeli o la correttezza dell’esercizio di diritti/doveri di ciascun fedele;
  • garantire e regolare il bene dei singoli fedeli e delle comunità cristiane.
Attività
In concreto il Tribunale diocesano, su incarico e a nome del Vescovo, si occupa di:
  • cause di beatificazioni/canonizzazioni (fase diocesana per: l’attestazione di un martirio, l’accertamento dell’eroicità delle virtù, l’esame di presunti miracoli);
  • cause matrimoniali (richiesta di dispensa pontificia per la scioglimento di matrimonio “rato e non consumato” o “in favorem fidei”, rogatorie in processi di nullità matrimoniale, procedimento di separazione canonica);
  • cause di accertamento di delitti  e conseguente assegnazione o dichiarazione di pene canoniche;
  • procedimenti inerenti domanda di remissione dallo stato clericale;
  • procedimenti in contese fra fedeli.
 
banner